Ambra tour guide

Ambra Tour Guide

Ciao e benvenuto/a sul mio sito!

sono Ambra Sargentoni, classe 1992, nata e cresciuta a Milano da una famiglia quasi del tutto senese: un’autentica mezzo sangue.

Ho conseguito il diploma di liceo artistico e la laurea in turismo presso il capoluogo lombardo, per poi trasferirmi a Siena dove ho intrapreso il mio percorso per diventare guida turistica.

Chi sono

Ciao Sono Ambra!

Ho scelto di conseguire diverse licenze per cercare di avere una maggiore consapevolezza nel mio campo, con un’istruzione il più possibile completa in modo da offrire esperienze di visita informative ma sempre dinamici e godibili.
Dapprima sono diventata guida turistica di Siena, poi un aggiornamento a Firenze, successivamente ho ottenuto la qualifica da accompagnatore turistico, a seguire ho finalizzato l’iscrizione al ruolo dei conducenti (NCC) ed infine, ho completato la mia figura professionale con la qualifica di guida ambientale.
Ultimo, ma non per importanza,  seguendo la mia più grande passione, sono divenuta  Sommelier Ais.

Perché sono diventata una guida turistica?

Ho intrapreso questa professione perché mi fa sentire un’ambasciatrice del tricolore, una orgogliosa portastendardo della mia bella Italia, della quale sono perdutamente innamorata.
Ogni volta che accompagno dei viaggiatori alla scoperta di un vino, di un piatto, di un’opera d’arte o di un sentiero, sento di star contribuendo, nel mio piccolo, a rendere omaggio al mio paese e alla nostra storia.
La guida turistica è sempre in grado di dare qualcosa in più al tuo viaggio.
È importante per me sfatare il mito della “guida noiosa”; siamo abituati a pensare ad una persona noiosa, più simile, nelle fattezze e negli atteggiamenti, alla befana che non ad un essere umano.
Il mio obiettivo non è di tenere lezioni di storia o storia dell’arte, né tanto meno di indottrinare i miei viandanti con dogmi religiosi.
La mia aspirazione è quella di regalare un piacevole ricordo a chi si avventura per le mie terre, di riuscire ad appassionare e divertire chi decide di investire il proprio tempo libero in mia compagnia.
Ci sono molti aspetti interessanti da indagare visitando l’Italia e la Toscana, e fra questi, i miei prediletti sono senza dubbio il sapere eno-gastronomico, il folclore e la tradizione locale.
Amo il vino di tutta Italia, il cibo di tutta Italia, le tradizioni di tutta Italia e la storia di tutta Italia, ma sono “specializzata” nella tradizione Toscana e Senese.
Scegliere me come guida per il tuo tour in Toscana, significa scegliere una persona appassionata ed entusiasta.
Che si tratti di una visita in una delle innumerevoli e meravigliose cantine della provicia, di una camminata nella natura o di una visita guidata tra i monumenti senesi, posso assicurare che farò del mio meglio per rendere il tuo tempo con me interessante, piacevole e divertente.

Tour di Siena

Il Palio di Siena

Una tradizione senza fine

Partenza: Piazza del Campo

Arrivo: Piazza del Duomo

Durata: 2 ore e mezza

Siena è nota in tutto il mondo per l’antica tradizione del palio, una festa con origini medievali della quale abbiamo documentazione fin dal 1239. Due volte l’anno – il 2 luglio ed il 16 di agosto – la città cambia volto, e la tranquilla realtà di provincia diviene il teatro di una carriera che coinvolge tutti, dai contradaioli alle attività commerciali, ai turisti. Sicuramente se siete capitati in città durante il Palio, avete fatto il pieno di domande: quante contrade sono? Il fantino è di Siena? C’è un Palio più importante di un altro? Come si diventa parte di una contrada? Si scommette sui cavalli? Cosa si vince? Se vi siete posti almeno una di queste domande, o se siete interessati ad indagare su questa insolita tradizione, ecco il tour che fa per voi. E’ possibile, su richiesta, visitare anche uno dei diciassette musei di contrada, dove vengono custoditi i manufatti, le monture e i drappelloni unici ed inimitabili.

Siena per tutti!

La prima Repubblica

Partenza: Basilica cateriniana di San Domenico

Arrivo: Piazza del Campo

Durata: 3 ore

Siena è una città medievale sita nel cuore della Toscana, patrimonio unesco dal 1995 per i suoi vicoli, le sue costruzioni e le sue tradizioni.
Non solo Palio dunque, ma anche storia, cultura e leggende che si snodano tra le antiche vie della città. Un tour incentrato sulla storia, i fatti ed i personaggi che hanno reso grande Siena durante il medioevo e non solo. Sembra incredibile che possa esistere una città che conserva ancora il suo volto originale, come se qui il tempo fosse passato, ma solo sfiorando gli edifici e le vie.
Visitando Siena avrete l’impressione di camminare nel tempo, di prendere parte ad un set cinematografico unico.
Per dare uno sguardo consapevole a questa antica realtà, ci sono diverse opzioni: potremmo semplicemente camminare insieme per le vie più note e i vicoli più sconosciuti e
caratteristici, oppure potremmo dedicare un’ora del nostro tour alla visita della Cattedrale dedicata a Santa Maria Assunta, gioiello indiscusso del medioevo e del rinascimento italiani.

Aneddoti e Leggende

Una città in cui la leggenda diventa mito

Partenza: Piazza Tolomei

Arrivo: Piazza del Campo

Durata: 2 ore e mezza

Conoscete Siena molto bene? Vi è già capitato di visitarla? Pensate che nulla vi possa più
sorprendere della sua storia? Avete dei ragazzi giovani con voi e avete paura che si
annoino? Sfida accettata!
Un tour dedicato alle curiosità più insolite, gli straordinari aneddoti e le misteriose
leggende cittadine!
Dalle misteriose creature all’invisibile fiume sotterraneo, dai segreti di piazza del Campo
agli impavidi predicatori, percorreremo le vie di Siena attraversando le antiche leggende.
A volte, uno sguardo diverso può cambiare la nostra mente: un tour di due ore, dinamico,
diverso ed insolito, per apprezzare un inconsueto volto della città.
Ogni momento che viviamo è storia, ma che succede a tutti quegli attimi che non trovano
spazio sui manuali?
Talvolta, la storia diviene leggenda e la leggenda diviene mito.

Piazza del Campo e Palazzo Comunale

il cuore di siena

Partenza: Piazza del Campo

Arrivo: Piazza del Campo

Durata: 2 ore

Nel cuore di Siena, vicino al punto dove si incontrano i tre colli su cui la città è costruita, sorge piazza del Campo, sulla quale si staglia il palazzo del Comune.
Prima del 1287, anno di inizio dei lavori di costruzione, questo luogo appariva completamente diverso, persino la piazza come la conosciamo oggi non esisteva; fu il
“Governo dei Nove”, un governo “giusto”, formato da nove membri della “mezzana gente”, che commissionò piazza e palazzo, al fine di meglio operare la giustizia cittadina.
Il nostro tour partirà proprio dalla piazza, dove insieme scopriremo la storia e le curiosità degli elementi che la caratterizzano, come “fonte Gaia”, la “cappella di piazza” e la forma stessa del luogo, che poco o nulla ha a che fare con la carriera del Palio.
Dopo aver ammirato le bellezze della piazza, è tempo di varcare l’entrone del palazzo comunale e salire verso l’ala dello stabile adibita a Museo Civico.
Le diverse epoche storiche e stili pittorici che hanno pervaso gli ambienti gotici di questo luogo, lo hanno reso unico ed inimitabile.
Dagli affreschi risorgimentali alle storie di papa Alessandro III, dalla “cappella dei Nove” alla “sala del Concistoro”, analizzeremo tutte le sale di questo meraviglioso edificio, ponendo la nostra concentrazione soprattutto sui due capolavori indiscussi qui conservati: la Maestà di Simone Martini e Il Buon ed il Cattivo Governo ed i suoi effetti in città ed in Campagna di Ambrogio Lorenzetti (attualmente in restauro).
Due impareggiabili simboli della gloriosa repubblica di Siena, fondata su tre grandi concetti: Bellezza, Giustizia e Bene Comune, ideali che hanno caratterizzato queste terre per secoli e che sono stati affrescati indelebilmente sulle pareti del palazzo.
Due ore di visita guidata attraverso le epoche ed i fatti che hanno definito la storia di Siena e della nostra bella Italia.

Dei delitti e di Siena

un tour per riscoprire gli assassinii della repubblica sense

Partenza: Piazza del Campo

Arrivo: Via di Pantaneto

Durata: un’ora e mezza

Un tour storico che ripercorre i momenti meno noti della gloriosa repubblica di Siena, attraverso alcuni degli assassinii che si sono susseguiti nei XIV-XV-XVI secolo.
Partiremo dal grande scompiglio che pervase la repubblica nel XIV secolo, quando il giusto “Governo dei Nove” venne destituito, i nobili si ribellarono, le tasse aumentarono, le condizioni dei lavoratori si inasprirono e, non per ultima, arrivò la terribile “Peste nera”, che colpì a più riprese dal 1348 e che portò alla scomparsa di circa 60 % della popolazione europea.
In tale contesto, è dunque facile immaginare lo stato di disagio in cui versava la popolazione nella seconda metà del Trecento.
Con rapidi passi attraverseremo i secoli fra alleanze, disgrazie, sottomissioni e conquiste, alla ricerca di quegli omicidi che hanno sconvolto la tranquilla realtà senese.
Se avrete piacere, alla fine di questo tour è prevista una visita presso la storica coltelleria senese, dove Matteo, uno dei proprietari, ci introdurrà alla storia del coltello, dalle forme possibili, agli usi, alle regolamentazioni come arma.

Tour dintorni di Siena

San Gimignano

Zafferano e vernaccia

Partenza: Porta San Giovanni

Arrivo: Chiesa di Sant’ Agostino

Durata: 2 ore minimo

San Gimignano è luogo di notevole bellezza; immerso nel Chianti, a metà strada fra Siena e Firenze, regala scorci unici e panorami mozzafiato.
Nemmeno le moltitudini di turisti riescono a rovinare il suo fascino, ed è sempre un piacere perdersi fra i suoi vicoli.
Via Francigena, case torri, influenza senese, sottomissione fiorentina e famiglie rivali sono sicuramente argomenti chiave della visita guidata.
Si può optare per un giro città di circa due ore partendo da porta San Giovanni e arrivando fino alla chiesa di Sant’Agostino, passando per duomo e piazza centrale, oppure, se ne avete piacere, si potrebbe anche indagare dei lati di San Gimignano meno noti ma comunque di fondamentale importanza: lo zafferano e la Vernaccia.

Lo zafferano
Noto come una delle spezie più costose che ci siano, in realtà non è altro che la parte di un fiore. Sapete già come mai è tanto costoso da meritarsi l’appellativo di “oro rosso”.

La vernaccia
Un altro principe di queste terre è la Vernaccia; sicuramente, fra tutti i vini della provincia di Siena è il meno noto, sebbene sia stata la prima denominazione di vitigno a bacca bianca a ricevere, nel 1993, la DOCG.
A seconda della tipologia scelta, può essere gustata sia come aperitivo che in abbinamento piatti più strutturati, ed in ogni caso risulterà sapida e armonica per accontentare ogni palato.
Che siate automuniti o che abbiate bisogno di un autista, questo tour è una valida proposta per passare una giornata diversa, tra storia, arte e cultura enogastronomica.

San Galgano

e l’eremo di montesiepi

Partenza: parcheggio di San Galgano

Arrivo: Eremo di Montesiepi

Durata: 2 ore e mezza

San Galgano è un luogo magico immerso nella val di Merse.
Il sito è composto da due edifici: l’abbazia cistercense e l’eremo di Montesiepi.
Tra questi, solo l’eremo è legato alla storia di san Galgano, ed è il luogo dove il santo visse l’ultimo anno della sua vita.
Un personaggio molto particolare Galgano, orfano di padre in gioventù, seguì dapprima il tracciato paterno diventando cavaliere, ma in seguito ad un sogno avuto all’età di circa trent’anni, cambiò decisamente strada.
Noto per il suo conficcare la spada nella roccia, gesto che lo avvicina ai personaggi nordici dei cicli arturiani, deciderà per una vita eremitica.
Come spesso accade alle grandi personalità che scelgono una vita solitaria però, Galgano attrarrà a sé molteplici curiosi, non tutti, purtroppo, mossi dalle migliori intenzioni. Vedremo cosa successe alla sua persona, alla sua spada e al luogo che lo ospitò fino alla morte, quando gli “invidiosi” cercano di vendicarsi del suo successo.
L’abbazia si trova alla base del piccolo promontorio di Montesiepi e venne fatta costruire in seguito alla morte di San Galgano.
Essendo una delle prime abbazie cistercensi della Toscana, è qui che vediamo introdotte per la prima volta forme di un gotico ancora legato all’austera funzione dell’edificio.
Complice anche il tetto che, ahimè, oggi non è più presente, la chiesa “profuma” di oltralpe, e nonostante sia completamente spoglia, richiama ambienti di solenni celebrazioni.
Oggi, il convento, addossato alla chiesa, è visitabile solo in parte. Dalla biglietteria, procederemo attraverso la sala del capitolo, ed una volta superato il porticato, saremo proprio al centro dell’abbazia.
Dopo aver ammirato le fasi costruttive, i materiali impiegati e lo stile di vita dei monaci, saliremo sul poggetto fino all’eremo per approfondire la vita del santo che da il nome a tutto il sito.
Un tour incentrato sulla vita di Galgano e sulla storia dell’abbazia per comprendere a pieno le vicende di questo stupendo luogo.

Castello Poggiarello

Tradizione e innovazione

Partenza: Castello Poggiarello

Arrivo: Castello Poggiarello

Durata: 2 ore e mezza

Chianti Classico, Nobile di Montepulciano, Brunello di Montalcino, sono tutti vini rinomati della provincia di Siena accomunati dallo stesso vitigno, sebbene in proporzioni diverse: il Sangiovese.
Vini DOCG di ottima qualità e dalla personalità ben definita, senza dubbio.
Se però già li conoscete o voleste semplicemente un’offerta diversa e più vicina a Siena, perché non visitare una cantina sita alle porte della val di merse, a 20 minuti dal centro storico del capoluogo?
Unicum di questa cantina non è solo la zona, decisamente non famosa per la produzione vinicola, ma anche l’audace scelta dei vitigni impiantati qui all’inizio del secolo: Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Merlot e Petit Verdot.
Si tratta di Castello Poggiarello, una castello della gloriosa repubblica di Siena che sorge su uno dei rami della via Francigena.
Dalla sua fondazione nel XII secolo, Poggiarello ha cambiato proprietari, ma non ha mai mutato la sua anima architettonica, nonostante le migliorie apportate tra XV e XVI secolo dal famigerato architetto Baldassarre Peruzzi.
Durante la visita avremo modo di ammirare molti dei suoi interventi, come la cappella -ancora consacrata – dalle linee nordiche, l’orto-giardino tuttora in uso, e il giardino di ingresso al castello.
A seguire, dopo aver visitato approfonditamente la cantina, degusteremo i meravigliosi vini qui prodotti, dal Rosè di cabernet sauvignon in purezza, al vino prodotto solo ed esclusivamente in anfore di terracotta dell’impruneta, ai cabernet invecchiati in botti di rovere francese.
Un’esperienza decisamente imperdibile per chi ama il vino e la storia ed è curioso di provare nuovi orizzonti.

Monte Oliveto Maggiore

L’abbazia tra le Crete

Monte Oliveto maggiore è una abbazia sita nelle crete senesi, a circa 30 km dal capoluogo. La fondazione di questo complesso risale al XIV secolo, ma il suo aspetto attuale è frutto dei lavori di rinnovamento attuati sul finire del quattrocento.
Si tratta di una delle poche realtà monastiche italiane ad aver mantenuto una comunità sempre attiva di monaci benedettini olivetani, dalla sua fondazione sino ai nostri giorni.
Per raccontarvi la storia di questo luogo affascinante partiremo dal 10 maggio 1272, giorno in cui nacque Giovanni de’ Tolomei, figlio di Mino di Cristoforo e Fulvia Tancredi, fondatore della congregazione olivetana. Visiteremo, tra gli altri, il rinomato chiostro quadrangolare, terminato negli anni quaranta del Quattrocento, e decorato da trentacinque affreschi con la Vita di San Benedetto da Norcia, realizzati da due dei più grandi artisti del Rinascimento toscano: Luca Signorelli e Giovanni Antonio Bazzi, detto il Sodoma. Vedremo insieme la storia di questi affreschi, le vite degli artisti che le hanno compiute e le curiosità legate alla loro realizzazione.
L’ultima tappa del nostro percorso sarà la chiesa abbaziale, una struttura a croce latina a
navata unica, costruita in stile romanico-gotico fra il 1400 e il 1417 che conserva alcune
pregevoli opere d’arte, come per esempio, il coro ligneo intarsiato dal già citato Fra’ Giovanni da Verona.

Per gli amanti del buon vino

Sei un amante del vino buono? Vorresti immergerti nel magnifico mondo delle cantine
vinicole? Non hai molta dimestichezza con la produzione toscana? Hai già assaggiato le
etichette più famose e vorresti provare qualcosa di inedito?
Scrivimi e raccontami cosa ti piacerebbe visitare, ed io troverò la soluzione più adatta a te.

Per gli amanti del buon cibo

Sei amante della cucina e sempre alla ricerca di nuove ricette? Scrivimi e dimmi cosa ti
piacerebbe assaggiare o che ricette vorresti imparare, così che io ti possa organizzare una
lezione di cucina ad hoc o semplicemente consigliare il ristorante più giusto per te.

Viandarte

ViandArte è un’avventura costituita, inventata, amata e protetta da Ambra, Irene e Michele.  Amici, guide escursionistiche e ambientali che organizzano viaggi a piedi, tra campagna e città, per gli amanti dello zaino in spalla ma anche dell’arte, della cultura e degli incontri in cammino.

Come funziona

Come prepararsi a un tour con me

Qui ci sono tutte le informazioni indispensabili per poter svolgere un al meglio uno dei miei Tour! per qualsiasi dubbio non esitare a contattarmi!

01

Siena è edificata su tre colli, e per quanto io cerchi di evitare le pendenze, ci saranno sempre salite o discese da fare.

A tal proposito, raccomando scarpe comode ed un abbigliamento pratico!

02

Sia che si percorrano viette secondarie, sia che si opti per il corso centrale, ci sono innumerevoli scorci e particolari da immortalare, quindi portate con voi una fotocamera o un telefono carico.

03

Purtroppo, Siena non è provvista di bagni pubblici gratuiti, ma volendo ci sono delle toilette a pagamento in diversi punti strategici; io, comunque, preferisco sempre gustare un buon caffè – ed aiutare un po’ l’economia locale – usufruendo dei servizi igienici nei bar.

04

Fra tutte le mie raccomandazioni, ho tenuto per ultima la più importante: non sono un
insegnante, non ci sono esami da sostenere alla fine del tour, e, soprattutto, siete in
vacanza… basterà un sorriso e la voglia di passare dei bei momenti.

Blog

Blog

Il vino Orgonico: la storia di Walter Vioni

Il vino Orgonico: la storia di Walter Vioni

Il vino Orgonico: la storia di Walter VioniAncora una volta fuori dalla Toscana, ancora una volta in Emilia-Romagna, ancora una volta una cantina con qualcosa in più. Siamo a Castell’Arquato, in provincia di Piacenza, in un territorio noto principalmente per vini di...

leggi tutto
Cantina della volta

Cantina della volta

Cantina della voltaEsco dai confini di Siena e della Toscana diretta verso la vicina Emilia Romagna. Uno dei re indiscussi di questa terra è il Lambrusco; sicuramente non uno dei vini più corposi o eleganti della penisola italiana, ma proprio grazie al suo animo...

leggi tutto

prossimi eventi

Prossimi Eventi

Trekking di Pasqua

Trekking di Pasqua  PASQUA 2023: dal 5 al 10 Aprile Pasqua a piedi dal ventre delle colline metallifere al mare degli Etruschi Per i giorni intorno a Pasqua 2023, dal 5 al 10 Aprile propongono due tour di tre giorni ciascuno (5-7 aprile “le vie di Ambrogio”...

leggi tutto

Contattami per info

Prenota un Tour

Tour

Dicono Di Me

Guida molto preparata, ma soprattutto molto simpatica e solare

★★★★★

Guida molto preparata sulla bellissima città che è Siena, ma soprattutto molto simpatica e solare. Ci ha raccontato di Siena in ogni suo particolare coinvolgendo tutta la famiglia. Esperienza fantastica da rifare sia per la bellezza di Siena sia per la bravura di Ambra.

Ottimo ottimo

★★★★★

Ottima conoscenza dell’argomento e capacità di saper incuriosire gli interlocutori. Vivamente
consigliata per i neofiti e anche per i più esigenti.

Tour top Siena

★★★★★

Guida preparatissima, simpatica, appassionata della sua città; e in grado di tenere viva la
vostra attenzione persino dopo un pranzo luculliano.il palio non avrà; più segreti per voi!
consigliatissima 😉

Ambra

Tour Guide

Copyright © 2024 Ambra Sangertoni